Conoscere la differenza tra i filtri solari è fondamentale per la tua pelle. Non è solo protezione

Non tutti i filtri solari sono uguali e non tutte le persone lo sanno! Sebbene molti di noi abbiano ben chiaro che la protezione solare è fondamentale per proteggere la pelle dai dannosi raggi UV, tanti non conoscono ancora i diversi tipi e livelli di SPF.

Eppure, sapere quale filtro solare utilizzare può fare una grande differenza nel proteggere la pelle dai danni e dall’invecchiamento precoce!

filtri solari differenza
Estetista.it

Proprio per questo motivo nelle prossime righe vedremo insieme tutto quello che c’è da sapere sulle creme solari SPF: come scegliere quella giusta per il proprio tipo di pelle, qual è il livello di protezione più adatto a voi, perché è importante riapplicarla e come capire se la vostra protezione solare sta davvero funzionando.

La differenza tra i filtri solari SPF

Cominciamo dalle basi. SPF è l’acronimo di Sun Protection Factor (Fattore di Protezione Solare) e misura la capacità di una protezione solare di proteggere la pelle dai dannosi raggi UVB del sole. Più alto è il livello di SPF, maggiore è la protezione offerta.

Tuttavia, molte persone credono erroneamente che una protezione solare SPF 50 sia due volte più efficace di una SPF 25: non è affatto vero e, in realtà, non c’è così tanta differenza di efficacia tra i diversi livelli di SPF una volta raggiunto l’SPF 30.

È inoltre importante notare che, anche se la maggior parte delle creme solari offre protezione contro i raggi UVB, non tutte forniscono una copertura adeguata contro i raggi UVA, che sono responsabili di danni a lungo termine come l’invecchiamento precoce e il cancro della pelle. È dunque bene optare per le creme solari ad “ampio spettro” per assicurarsi che forniscano una protezione sia dai raggi UVA che dai raggi UVB.

filtro solare
Tutto quello che dovete sapere su creme e filtri solari!

Quindi, tenete sempre presente che diversi tipi di creme solari hanno ingredienti diversi: quelle a base minerale contengono ossido di zinco o biossido di titanio che bloccano fisicamente la penetrazione dei raggi solari nella pelle, mentre quelle a base chimica li assorbono. Nessuno dei due tipi è intrinsecamente migliore dell’altro, dipendendo dunque semplicemente dalle preferenze personali e da quello che funziona meglio per il vostro tipo di pelle.

Come scegliere la protezione solare giusta per il proprio tipo di pelle

A questo punto, cerchiamo di fare un piccolo passo in avanti e domandarci come scegliere la protezione solare giusta per il proprio tipo di pelle.

In linea di massima, chi ha la pelle grassa o a tendenza acneica dovrebbe cercare una formula oil-free o non comedogenica, che non ostruisca i pori e che non faccia sentire la pelle unta per tutto il giorno. È anche importante scegliere una formula leggera che non esacerbi i brufoli esistenti.

Se invece avete la pelle secca o sensibile, optate per una protezione solare idratante con ingredienti aggiunti come l’acido ialuronico e la glicerina. In questo modo la pelle sarà idratata e al tempo stesso protetta dai dannosi raggi UV. Evitate invece di usare creme solari con profumi o alcol, perché possono irritare la pelle secca e sensibile.

Chi ha la carnagione più scura dovrebbe prendere in considerazione l’uso di una protezione solare fisica invece di quelle chimiche, poiché queste ultime possono lasciare residui bianchi sulla pelle. Le creme solari fisiche contengono biossido di titanio e ossido di zinco, che si depositano sulla pelle e deviano i raggi nocivi senza lasciare tracce visibili.

Quale livello di SPF è più adatto a voi?

Concludiamo infine condividendo che la scelta del giusto livello di SPF per il proprio tipo di pelle è fondamentale per proteggersi dai raggi solari nocivi.

Più alto è l’SPF, maggiore è la protezione contro i raggi UVB che causano scottature e danni alla pelle. Tuttavia, un SPF elevato non significa necessariamente che si è completamente al sicuro dai raggi UVA, che possono penetrare più in profondità nella pelle e causare danni a lungo termine.

In particolare, per le persone con pelle chiara o sensibile, si consiglia un SPF di 30 o superiore. Se avete una pelle più scura che si scotta raramente, un SPF di 15 può essere sufficiente.

In ogni caso, tenete sempre a mente che la protezione solare deve essere applicata generosamente e frequentemente durante la giornata, indipendentemente dal livello di SPF scelto. Una protezione solare ad alto SPF, per esempio, non funziona efficacemente se non viene riapplicata ogni 2 ore o dopo aver nuotato/sudato!

 

Impostazioni privacy