Si fa un gran parlare dell’acido Azelaico. A cosa serve e perché è diverso dagli altri

E’ un componente dei prodotti cosmetici di cui si sente parlare spesso ultimamente. Facciamo chiarezza per capire di cosa si tratta e perchè può fare la differenza introdurre prodotti che lo contengono, nella propria skincare quotidiana.

Negli ultimi anni il campo della cosmetica ha visto una crescita esponenziale, nella ricerca e nello sviluppo di nuovi prodotti e ingredienti innovativi per la cura della pelle. Questi progressi hanno portato a una vasta gamma di prodotti di skincare sempre più specializzati e avanzati, che vanno da creme a lozioni tradizionali, ai sieri altamente concentrati, ai dispositivi di cura della pelle a tecnologia avanzata.

acido azelaico
L’ acido azelaico è il nuovo ingrediente più cercato. I suoi benefici sono molteplici e la sua efficenza è al top ( foto @estetista.it)

La ricerca in ambito cosmetico, sta anche portando alla scoperta di nuovi ingredienti altamente efficaci come nel caso dell’ acido azelaico, offrendo numerosi benefici per la salute e la bellezza della pelle.

A cosa serve veramente l’ acido azelaico e quali sono le sue molteplici proprietà

L’ acido azelaico è uno degli ingredienti più efficienti da adottare per un’ ottima skincare. Esso si trova anche sulla nostra pelle, presente nella flora cutanea, mentre in natura si può trovare nel frumento, nel segale, nell’ orzo, nella cannella ma anche nelle piante come l’ acacia. Possiede molteplici benefici, e per questo è molto utilizzato in campo medico e cosmetico, tra questi troviamo proprietà antibatteriche, antinfiammatorie, antiossidanti e cheratolitiche, ed è utilizzato soprattutto per il trattamento dell’ acne, grazie alla sua azione battericida, aiutando a eliminare batteri come il Propionibacterium acnes o il  Staphylococcus epidermidis.

acido azelaico
L’ azione miracolosa dell’ acido azelaico contro l’ acne dovrebbe funzionare in questo modo (foto @estetista.it) 

Aiuta a ridurre l’ infiammazione della pelle e a prevenire la formazione di comedoni, agendo in modo delicato, normalizzando la crescita anomala delle cellule dell’ epidermide. E’ molto utile anche per la regolazione della produzione del sebo e per ridurre notevolmente la formazione di punti neri e pori dilatati.

I benefici dei trattamenti con l’ acido azelaico

L’ azione dell’ acido azelaico è molto efficace anche sulle macchie della pelle e  sui segni post acne, dell’ invecchiamento, ma anche della rosacea, del melasma e della iperpigmentazione post-infiammatoria, grazie alle proprietà antinfiammatorie e depigmentanti. Viene consigliato il suo utilizzo anche per i trattamenti anti-age, per le proprietà antiossidanti a livello cosmetico, e per la capacità di contrastare l’ azione dei radicali liberi e levigare segni dell’ espressione e rughe. Tra i numerosi benefici che abbiamo elencato, l’ acido azelaico è persino utile per stimolare la crescita dei capelli. Nonostante sia un ingrediente molto benefico da diversi punti di vista, è bene fare attenzione ad utilizzare prodotti che lo contengono in quantità elevate superiori al 10%, perchè potrebbe creare irritazioni, secchezza cutanea e rossore soprattutto utilizzato su belli sensibili e delicate.

acido azelaico
Grazie all’ acido azelaico si possono combattere numerosi problemi a livello dermatologico per ritrovare il benessere della pelle (foto @estetista.it)

Nonostante ciò, è un’ opzione di trattamento relativamente sicura e ben tollerata da tutti i tipi di pelle, anche da quelle allergiche ad altri acidi come il glicolico e il salicilico, perchè l’ acido azelaico è meno irritante e fotosensibilizzante perchè non aumenta la sensibilità della pelle ai raggi solari rispetto ad altri, ed è capace di ridurre il rischio di scottature solari. La sua efficacia per i trattamenti dell’ acne e della rosacea, è stata approvata anche dalla FDA. Il suo utilizzo a lungo termine è sicuro e può essere utilizzato anche durante la gravidanza o l’ allattamento, se prescritto dal medico. Prima di utilizzare questo prodotto come terapia è sempre bene consultare il proprio medico o il dermatologo per seguire istruzioni più precise ed evitare reazioni avverse.