La moda passa anche da Adobe. Il futuro dei nostri abiti è interattivo

Adobe presenta un nuovo progetto singolare che unisce moda e tecnologia. E’ la svolta tra il settore tessile e la moda

La nota software house Adobe ha finalmente dato forma a un innovativo progetto, che fonde in modo rivoluzionario il mondo della moda e quello della tecnologia, aprendo nuove prospettive anche al settore tessile e non solo.

vestito Project Primrose Adobe
Adobe sorprende ancora con un nuovo progetto che unisce tecnologia e moda (estetista.it)

Questa incredibile unione potrebbe segnare una svolta significativa nell’ industria della moda, e aprire una finestra sulla futura sperimentazione di materiali e design mai visti prima. Potrebbe essere un progetto destinato a rivoluzionare il modo di concepire e produrre l’ abbigliamento, e Adobe ha deciso di renderlo realtà grazie al Project Primrose.

Il vestito Project Primrose di Adobe

Quest’ anno durante l’ evento del Adobe Max 2023, è stato presentato un interessante progetto. Si tratta del Project Primrose, che è stato presentato dalla ricercatrice e collaboratrice Christine Dierk che ha stupito il pubblico, indossando e presentando il vestito interattivo Project Primrose di Adobe. Christine Dierk è una ricercatrice presso Adobe specializzata nell’ interazione uomo-computer, che ha contribuito alla progettazione di questo incredibile abito interattivo. Si tratta di un vestito in grado di cambiare design e stile in un solo click.

vestito Project Primrose Adobe
La tecnologia del vestito digitale Project Primrose di Adobe viene esposto all’ Adobe MAX 2023 dalla ricercatrice Christine Dierk (estetista.it @youtube/adobe)

L’ abito è completamente mutevole, coperto di scaglie e durante la dimostrazione alla Adobe Max 2023 si è mostrato come grazie alla tecnologia potesse cambiare in modo mutevole ogni immagine e colore ,e adattare ogni design al corpo e ai movimenti di chi lo indossa. Il vestito è stato progettato in modo tale che su di esso possa apparire ogni cosa, proprio come fosse una tela, un display, utilizzando i programmi Adobe.

Come funziona l’abito di Adobe

Il vestito funziona grazie alla tecnologia dei moduli diffusori di luce riflettente, grazie al quale si sono potuti progettare dei display flessibili e non luminosi, composti da cristalli liquidi dispersi in polimeri (PDLC) con supporto riflettente. La particolarità di questo materiale è che non consuma molta energia, si adatta a qualsiasi forma e diffonde la luce in modo variabile.

Questo progetto rappresenta una soluzione innovativa che potrà permettere a molti designer di creare abiti interattivi, sopra i quali si potrà proiettare qualsiasi tipo di immagine. Il vestito Project Primrose incarna progresso e innovazione, con lo scopo di promuovere l’ utilizzo di tessuti non inquinanti, aprendo nuove prospettive a diversi settori in modo più sostenibile. Inoltre, la stessa tecnologia dei tessuti è stata applicata non solo al vestito ma anche su una borsa. Ciò andrà a creare un connubio perfetto tra tecnologia e moda, due settori che sembrano tanto distanti ma che ancora una volta si ritrovano a collaborare per creare qualcosa di unico e incredibilmente affascinante e futuristico.

Il progetto per il momento è stato presentato solo come un progetto sul quale si dovrà ancora lavorare tanto, ma che sicuramente potrà rappresentare una vera svolta e arrivare fino ad essere disponibile in futuro anche sul mercato. Mentre nella moda, potrebbe rivelarsi una vera e propria rivoluzione del settore, dove verrà dimostrato ancora quanto sia un mezzo di comunicazione e connessione a tutti gli effetti.

Impostazioni privacy