La Molly cosmetics, unica azienda al momento a commercializzare la tanto desiderata silicon sponge (Silisponge per la precisione), non ha esattamente chiarito di cosa si tratti, ovvero quale sia il materiale che la compone, ad ogni modo questa “spugnetta” di silicone, chiamiamola così, vorrebbe essere la degna erede della tanto amata beauty blender (leggi il nostro articolo QUI).

Una beauty blender 2.0

siliconsponge
una silicon sponge o anche chiamata “silisponge” – Scopri i prezzi

 

All’apparenza molto strana, poiché ricorda la non più usata protesi al silicone per la ricostruzione chirurgica del seno, trasparente ed affatto porosa, la silicon sponge promette una applicazione perfetta ed uniforme del make up, con il minimo spreco di prodotto ed una maggiore sicurezza dal punto di vista igienico.

La spugnetta in questione infatti si laverebbe molto più facilmente della beauty blender, con il minimo sforzo, acqua e sapone.

Ovviamente il prodotto è andato immediatamente SOLD OUT, anche per via del suo costo, assolutamente abbordabile (14.90$ o 9.90$) oltre che per la curiosità di provare una assoluta novità.

silicon sponge fondotinta
l’applicazione make up

Le beauty guru però, non si sono espresse all’unanimità anzi, i pareri al momento sono molto discordanti.

C’è chi la trova fantastica, chi invece non riesce assolutamente sfumare il prodotto che si accumula nelle pieghe del viso.

Sicuramente in alcuni casi sarà una questione di pratica, ma ricordiamoci che anche la beauty blender  raccolse esattamente le stesse critiche e lodi inizialmente, per poi diventare un vero e proprio must, come se mai prima fosse esistita un’applicatore in spugna per il fondotinta!

Ciò che è certo è che se si imbeve troppo prodotto sulla silicon sponge, questa non riesce a sfumarlo perfettamente, in quanto destinata specificamente all’uso ridotto di fondotinta o prodotti liquidi ed in crema, promettendone la massima resa.

Un punto a suo favore è dato dal fatto che una volta lavata, la silicon sponge  può essere immediatamente asciugata e  riposta, evitando che l’umidità ristagni, come invece potrebbe accadere per la beauty blender. Oltretutto, sembra proprio che la sua struttura sia destinata a durare all’infinito e a non cedere ai colpi dell’usura.

Sarà vero? Sarà valida?

Non ci resta che provarla, attendendo che arrivi anche in Italia, oppure potete comodamente acquistarla da Amazon!

CONDIVIDI
Articolo precedenteLo strobing. Istruzioni per l’uso.
Prossimo articoloLa skincare coreana. I 10 passi.
Delania M, passione innata per il make up e per tutto ciò che concerne la bellezza e la cura del corpo. Elargire consigli è la mia prima missione, la seconda è quella di convertire le donne svogliate!!!