Rimedi naturali cicatrici

La cicatrice è il tessuto che ricresce per sopperire alla mancanza di tessuti come pelle o organi. La cicatrice, infatti, si forma ogni volta che si verifica un’interruzione della cute in seguito ad un problema. Possiamo classificare le cicatrici in due brache principali: cheloide e cicatrice ipertrofica.

Il cheloide è una sorta di cicatrice che però non resta confinata nella regione in cui in tessuto manca, ma si espande anche oltre causando prurito, rossore e dolore. I cheloidi si creano molto difficilmente e colpiscono principalmente la popolazione di colore. Ci sono però diverse parti del corpo più soggette come il torace, lo sterno, i padiglioni auricolari e le spalle.

La cicatrice ipertrofica invece è la classica, nasce e si sviluppa solo sulla zona interessata. Anche in questo caso la zona è arrosata e può provocare prurito. Le cicatrici sono causate non solo da un incidente, ma possono essere anche la conseguenza di acne molto aggressivo o di un intervento chirurgico.

Purtroppo è impossibile eliminarle, l’unica cosa che si può fare è ridurre al minimo la visibilità e migliorarne l’aspetto.

Ecco alcuni rimedi naturali finalizzati appunto alla riduzione dello spessore e nel miglioramento non solo al tatto ma anche alla vista.

Bicarbonato di sodio

Tutti in casa abbiamo il bicarbonato di sodio, in questo caso può tornarci utile utilizzandolo come abrasivo. Va diluito con l’acqua, la proporzione da mantenere è 5 parti di sodio in 1 parte d’acqua. Basta semplicemente mescolare per bene e con il composto ottenuto massaggiare la cicatrice. La pasta va lasciata agire per almeno due minuti prima di lavare la zona. Potete effettuare quest’abrasione due volte a settimana.

Succo di limone

Il limone è ricco di vitamine ma principalmente di acido citrico, ciò che da il gusto acido all’agrume. Ciò che a noi interessa appunto è l’acido citrico. Spremete il succo in un limone, imbevete un batuffolo di ovatta all’interno e passatelo sulla cicatrice. Per fare ciò la zona deve essere pulita.

Non fatelo ovviamente se non è guarita del tutto, altrimenti brucerà tantissimo. Dopo aver passato il succo di limone sulla zona interessata, lasciate agire per dieci minuti e lavate con acqua tiepida. Il trattamento va fatto solo di sera. Se vi esponete al sole dopo aver lavato la zona con il limone, la pelle potrebbe macchiarsi ottenendo così l’effetto opposto a quello desiderato.

L’aloe vera

L’aloe vera non solo è la base per tantissime creme idratanti, ma ha anche la proprietà di diminuire le infiammazioni e ridurre le cicatrici. Gli aminoacidi di cui è formata, contribuiscono alla cicatrizzazione coagulando la zona e accelerando il decorso. Non è difficile da trovare perché è coltivata in diverse parti del mondo. Sicuramente potrete trovarla nell’erboristeria di fiducia. Il gel della pianta è molto più efficace.

Burro di cacao

Attenzione, quando si parla di burro di cacao non si fa riferimento al labello, ma alla componente grassa del cioccolato. È un ottimo idratante naturale, non solo idrata la pelle ma è ottimo per il trattamento e l’eliminazione (per quanto possibile) delle cicatrici. Perfetto per le cicatrici più profonde e difficili da trattare.

L’olio d’oliva

L’olio d’oliva, in particolare quello extravergine, pulisce la pelle eliminando le cellule morte in superficie, tant’è vero che è uno degli struccanti naturali di migliore efficacia. L’applicazione va fatta massaggiando la zona interessata e lasciando agire l’olio per tutta la notte. La mattina poi, basta lavare con acqua tiepida la zona trattata. Noterete subito una pelle luminosa ma soprattutto liscia.

Olio di rosa mosqueta

È ricco di acidi grassi insaturi che aiutano nel trattamento delle cicatrici di d

ata non recente.

Miele

Il miele è ricco di zuccheri come fruttosio e glucosio e di vitamina C la quale ha potere cicatrizzante. Va utilizzato tramite un impacco da applicare localmente per trenta minuti, dopodiché basta lavare la zona per mandare via i residui.

Ananas e limone

Una maschera di ananas e limone aiuta nell’eliminazione del rossore causato dall’acne. Basta frullare insieme due fettine di ananas con un po’ di succo e spalmare la crema sulla zona da trattare per 30-40 minuti.

Consigli utili

Ovviamente tutti i rimedi naturali sopra citati non vanno assolutamente utilizzati tutti insieme, altrimenti potrebbero creare irritazione. Inoltre, mai esporre le cicatrici alla luce solare senza la protezione!