Le cause che determinano l’effetto “stoppaccioso” della capigliatura sono molteplici e, solitamente, si tende a sottovalutarle.

I capelli sfibrati infatti derivano principalmente da cause esterne come i trattamenti cosmetici con prodotti per lo più chimici, l’esposizione al sole ed alla salsedine e non meno l’inquinamento atmosferico, ma anche la cattiva alimentazione, lo stress e squilibri ormonali possono notevolmente influire su tale problema!

 

In particolare nel periodo estivo si compiono le azioni più sbagliate, come ad esempio aumentare la frequenza dei lavaggi, credendo magari di prendersi cura della salute dei capelli e della cute, ma al contrario, si finisce soltanto per peggiorare la situazione!

In persone che hanno già i capelli fini e sottili, soggetti a doppie punte, secchi o parecchio trattati, tale effetto può verificarsi più frequentemente ed in modo più consistente, fino a determinarne l’indebolimento e la caduta.

 

Il fusto del capello è composto da midollo, corteccia e cuticola ed è proprio questo ultimo strato a mancare nei capelli sfibrati. La cuticola infatti è la parte più esterna ed è composta da scaglie di cheratina, assenti in un fusto danneggiato.

Le cellule che, in situazioni normali dovrebbero essere compatte per assicurare protezione al capello si frantumano e danno vita a doppie punte (segno più evidente e comune) e allo spezzamento dello stesso.

 

Ma come rimediare?

Troppo spesso si crede che, ricorrendo ad altri trattamenti estetici si possa risolvere in breve la situazione ma non è assolutamente così, poiché i prodotti usati dai parrucchieri possono camuffare temporaneamente il disastro ma, ciò che serve davvero è cambiare il proprio stile di vita usando delle accortezze!

 

Innanzitutto bisognerebbe evitare per un po’ trattamenti aggressivi come le tinture a base di ammoniaca, meche, decolorazioni varie, permanenti ed anche la piastra!

Se proprio non potete rinunciare a quest’ultima, cercate almeno di proteggere i vostri capelli con buoni termoprotettori che limitino la disidratazione degli stessi, mentre se non resistete al fascino del parrucchiere … potete sempre dare un taglio netto!

Da usare con cautela è il phon! Quando asciugate la vostra chioma, cercate sempre di scegliere una temperatura tiepida e di non tenerlo troppo vicino, altrimenti otterrete lo stesso risultato della piastra!

In estate, ovviamente, sarebbe più opportuno cercare di lasciarli liberi all’aria aperta. Si asciugheranno comunque!

 

pettine di legnoSpazzolare energicamente la capigliatura non farà altro che aumentare il rischio che i vostri capelli si spezzino, per cui districateli delicatamente, con un pettine di legno a punte arrotondate e denti larghi e poi cercate di ripetere troppe volte tale operazione tra uno shampoo e l’altro, ma solo in caso di necessità!

100 colpi di spazzola prima di andare a letto sono decisamente troppi…..altro che principesse!

 

Cercate di usare shampoo delicati ed adatti alla vostra cute ed al vostro capello.

Quelli naturali sarebbero preferibili e, se avete delle remore perché non fanno tanta schiuma, sappiate che è nettamente meglio così in quanto i tensioattivi non fanno altro che irritare la vostra pelle!

Se siete proprio bravi e ci tenete alla cura della chioma potete optate, mezz’ora prima dello shampoo, per un impacco (di mezz’ora appunto) all’olio di mandorle o all’olio di semi di lino umidificando leggermente i capelli per permettere a questi di penetrare più a fondo e ricostituire un po’ di schermi protettivi.

 

Durante il lavaggio, regolate l’acqua. Non dovrà essere troppo calda anzi, più sarà fredda e più permetterete alla chioma di splendere! L’acqua calda invece, non farà altro che seccare ancora di più i capelli, in quanto lascerà evaporare quella contenuta nel capello.

Massaggiate  delicatamente, non vi daranno un premio per lo sfregamento più energico!

 

acconciaturaEvitate le capigliature troppo stressanti e soprattutto evitate di farle spesso.

Trecce, chignon e code di cavallo tiratissimi non fanno altro che peggiorare la situazione, oltre a potervi provocare un bel mal di testa!

Se proprio non resistete al fascino del raccolto, scegliete qualcosa di molto morbido.Evitate di toccarvi sempre i capelli, di arrotolarli e di lisciarli.giocare con i capelli

Talvolta i tic nervosi si concentrano proprio sulla chioma e ciò agevola doppie punte e caduta libera!

 

Non dimenticate che, se non riuscite a districare la massa informe sulla vostra testa, dovete sempre usare il balsamo, rispettando il tempo di posa. Ne esistono con e senza risciacquo, dunque non avete scusanti!

 

Oltre a tutti questi consigli pratici che non toglieranno di certo nulla al vostro tempo anzi, lo miglioreranno, dovete dare uno sguardo anche alla vostra alimentazione.

Talvolta infatti, i capelli secchi o sfibrati possono essere i sintomi di una dieta povera di proteine! Se odiate la carne dovrete buttarvi dunque sull’uovo (che fa bene a nche se applicato direttamente sui capelli), sui cereali e su tutte le verdure ricche di vitamine B4. Queste ultime contengono anche i sali minerali, dunque non potranno mai mancare sulla vostra tavola! Fatevene una ragione!

 

Se volete ritrovare il giusto equilibrio, dovrete per forza cedere alla forza della natura, che vi farà anche risparmiare!

 

Curiosità e consigli.

 

Molte persone si trovano a combattere con un duplice problema che è quello di avere sì i apelli secchi ed aridi, ma anche la cute grassa. Ciò dipende dal fatto che il sebo prodotto dall’epidermide è troppo “denso” ed ostruisce così il passaggio di sostanze nutritive al capello, inaridendolo.

Dunque, al contrario di chi possiede una cute oleosa che lubrifica eccessivamente lo stelo, in questo caso ci si trova di fronte a qualcosa di completamente opposto.

In questo caso bisognerà ristabilire l’equilibrio acido-idro-lipidico, per questo i prodotti utilizzati dovranno essere ancora più specifici ed idonei.

 

La frequenza con cui effettuare lavaggi, dipende proprio dalla situazione della vostra cute. Se appunto avete i capelli secchi e la cute secca, non necessitate di lavarvi troppo spesso, perchè in questo modo non farete altro che irritare la pelle e disidratare il capello. Al contrario un rimedio efficace sarebbe quello di stimolare la produzione di sebo massaggiando semplicemente la cute, quotidianamente!

 

Per altri consigli da seguire durante questo periodo, leggete QUI.

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteTrucco veloce anti-afa
Prossimo articoloI 4 migliori oli cosmetici
Delania M, passione innata per il make up e per tutto ciò che concerne la bellezza e la cura del corpo. Elargire consigli è la mia prima missione, la seconda è quella di convertire le donne svogliate!!!